QUESTO BLOG PROPONE I REGESTI DI ATTI PUBBLICATI SULLA "COLLEZIONE DELLE LEGGI E DECRETI REALI DEL REGNO DELLE DUE SICILIE" TRA IL 1815 E IL 1860. ALCUNI FRA GLI ATTI PRINCIPALI SARANNO RIPORTATI, INTEGRALMENTE, ALL'INTERNO DI APPOSITE BLOG-APPENDICI DOCUMENTARIE.

giovedì 4 marzo 2010

A scuola di diplomazia (1860)

Sapevi che Nicolò Luigi Judicone, professore di diritto, fu incaricato di tenere i corsi presso la scuola di diritto internazionale e di storia dei trattati. Che fu istituita, nell'agosto 1860, presso il Ministero degli affari esteri del Regno delle Due Sicilie. Il relativo decreto fu firmato da Francesco II per consentire il metodico ammaestramento alle discipline indispensabili per intraprendere, con successo, la carriera diplomatica. Il corso, come previsto dal regolamento annesso al citato decreto, aveva una durata triennale. Un giorno al mese era dedicato, nell'ambito di una tornata accademica, alla lettura di temi, assegnati a sorte, di diritto internazionale, diritto pubblico marittimo, storia dei trattati, economia politica, politica propriamente detta o scienza delle opportunità, nonché di equilibrio de' poteri in Europa. Gli allievi, che dovevano esercitarsi nello stile di ogni maniera di scrittura diplomatica, alla fine del corso avrebbero dovuto sostenere due esami. L'ammissione al primo era vincolata alla dimostrazione di un diligente impegno nello studio della filosofia, dell'economia politica e delle leggi del regno duosiciliano. Il secondo esame, invece, verteva sul diritto internazionale (comprensivo di quello pubblico marittimo e di quello privato), sulla storia dei trattati dalla pace di Westfalia al trattato di Parigi, sull'economia politica e, in special modo, sulle transazioni economiche con gli altri Stati.

ARGOMENTI CORRELATI
- L'importanza del ballo a Napoli (1816);
- Educare alla scenografia (1816);
- A vele spiegate (1831-1859).

Nessun commento:

Per chiedere copia di atti, leggi e decreti del Regno delle Due Sicilie, o per specifiche ricerche nellaCollezione delle leggi e de' decreti reali scrivere al seguente indirizzo email: decretiamo [@] gmail.com