QUESTO BLOG PROPONE I REGESTI DI ATTI PUBBLICATI SULLA "COLLEZIONE DELLE LEGGI E DECRETI REALI DEL REGNO DELLE DUE SICILIE" TRA IL 1815 E IL 1860. ALCUNI FRA GLI ATTI PRINCIPALI SARANNO RIPORTATI, INTEGRALMENTE, ALL'INTERNO DI APPOSITE BLOG-APPENDICI DOCUMENTARIE.

venerdì 19 febbraio 2010

Ridare vigore alla Costituzione del '48 (1860)

Sapevi che, in seguito all'Atto sovrano del 25 luglio 1860, l'ultimo sovrano delle Due Sicilie aveva incaricato il Consiglio dei Ministri, formato di 8 persone (Antonio Spinelli, Gregorio Morelli, Augusto la Greca, Giosuè Ritucci, Giacomo de Martino, Niccola Caracciolo, Federico del Re e Francesco Saverio Garofalo), di stendere uno Statuto costituzionale. Il conseguente Rapporto premetteva che le sublimi parole messe per iscritto da Francesco II nel richiamato Atto risuonavano già in tutta Europa, segnando l'inizio di un'era grande e gloriosa. I ministri evidenziavano, però, come uno Statuto costituzionale già potesse rinvenirsi nel diritto pubblico del Regno delle Due Sicilie, in particolare quello che venne largito da Ferdinando II e che, poco dopo la sua concessione, venne sospeso in conseguenza di luttuosi avvenimenti (i noti fatti del Quarantotto). Detta Carta, spiegava il Rapporto, non fu mai abrogata. Per questa ragione i ministri incaricati ritennero semplice e logica la idea che lo Statuto del 1848 fosse richiamato nel suo pieno vigore. Essi chiosavano che, così facendo, il re avrebbe trovato bella e fatta l'opera della quale vuole che questi suoi Stati godano i benefici effetti, concludendo che con un siffatto provvedimento lo straniero avrebbe ammirato la sapienza della Mente Sovrana ed i popoli del Regno, senza dover attendere una nuova stesura, avrebbero già saputo quali fossero i loro diritti e doveri, ricevendo con animo riconoscente il nuovo pegno della volontà del Re per la inaugurazione del regime costituzionale. Fu così che, nella stessa data del Rapporto, cioè il primo di luglio 1860, l'ultimo sovrano delle Due Sicilie richiamò in vigore, con un apposito decreto, la Costituzione ferdinandea.
ARGOMENTI CORRELATI
- Elezioni, decreto salva liste (1848)

Nessun commento:

Per chiedere copia di atti, leggi e decreti del Regno delle Due Sicilie, o per specifiche ricerche nellaCollezione delle leggi e de' decreti reali scrivere al seguente indirizzo email: decretiamo [@] gmail.com