QUESTO BLOG PROPONE I REGESTI DI ATTI PUBBLICATI SULLA "COLLEZIONE DELLE LEGGI E DECRETI REALI DEL REGNO DELLE DUE SICILIE" TRA IL 1815 E IL 1860. ALCUNI FRA GLI ATTI PRINCIPALI SARANNO RIPORTATI, INTEGRALMENTE, ALL'INTERNO DI APPOSITE BLOG-APPENDICI DOCUMENTARIE.

lunedì 22 marzo 2010

Morti impenitenti (1826)

Sapevi che nel Regno delle Due Sicilie era facoltà dei parroci accordare o negare la sepoltura ecclesiastica per i morti suicidati. Tale autorizzazione dipendeva, in particolare, se il suicidio fosse stato volontario, ovvero non tale, in base a quanto già era prescritto dalle norme canoniche. Nell'ottobre 1826 Francesco I stabilì, in effetti, che in caso di negata autorizzazione alla sepoltura, il parroco avrebbe dovuto avvertire le autorità di polizia municipale, per far sì che il cadavere venisse tempestivamente chiuso in un cassa ben condizionata e, senza alcuna pompa funebre, trasportato in un posto adatto per il deposito. I congiunti potevano presentare reclamo al titolare della diocesi. Se fosse stato accolto, il cadavere sarebbe stato seppellito nelle debite forme; altrimenti le autorità avrebbero stabilito un luogo profano per la sepoltura. Tali disposizioni valevano anche per coloro che morivano da pubblici impenitenti, rifiutando volontariamente di ricevere gli ultimi sagramenti.

Nessun commento:

Per chiedere copia di atti, leggi e decreti del Regno delle Due Sicilie, o per specifiche ricerche nellaCollezione delle leggi e de' decreti reali scrivere al seguente indirizzo email: decretiamo [@] gmail.com